Referendum Digitali

Raccontiamo l’evoluzione della nostra società verso il digitale. Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo spiegato molte volte, tramite diversi esempi, come la pandemia e la diffusione di nuovi servizi digitali ha e avrebbe, già nel breve periodo, determinato fortissime accelerazioni verso nuove inedite direzioni.

• • •

I nostri figli ? “Ubriachi digitali”

A dirla in modo brusco i nostri figli sono, da circa un anno e mezzo, anche a causa della pandemia, nel pieno di una gigantesca sbornia tecnologica: veri e propri “Ubriachi digitali“. Una ricerca condotta da Generazioni Connesse, il Safer Internet Center Italiano (coordinato dal Ministero dell’Istruzione), curata da Skuola.net, Università degli Studi di Firenze e Università La Sapienza di Roma, afferma che 6 adolescenti su 10 dichiarano di passare più di 5 ore al giorno su Internet.

• • •

Sanità Digitale

Ad essere sinceri se qualcuno dei nostri lettori ci avesse chiesto, qualche tempo fa, come sarebbe potuta avvenire un’accelerazione digitale probabilmente avremmo parlato di eBook, di eCommerce, di quotidiani “completamente digitali”, di TikTok. Aggiungendo poi che qualsiasi cambiamento digitale di tipo definitivo, in grado di coinvolgere la maggioranza dei cittadini, avrebbe richiesto almeno un decennio se non due.

• • •

Google, Ricavi, Pubblicità, Smartworking, e … chi più ne ha più ne metta

Nel primo trimestre del 2021 Google ha quasi triplicato il proprio utile: 55,31 miliardi di dollari. Un trend di crescita del +34%, di 18 miliardi di dollari. Con numeri così eclatanti il nostro articolo potrebbe terminare immediatamente. Con due sole righe di testo.
Sono proprio questi numeri che ci portano a riflettere su questo “passaggio digitale” che noi, oramai da quasi un decennio, abbiamo deciso di chiamare Mondo 2.0:

• • •

Clubhouse: l’evoluzione del Social Network

Le numerose, talvolta giustificate, critiche ai Social Network e al loro uso, non tengono conto che Internet sta percorrendo i suoi primi passi. Siamo solo all’inizio di un percorso digitale, iniziato da poco più di un decennio.
Clubhouse, il “Social Network” del momento, è la dimostrazione di come le piattaforme social possono evolvere verso nuove e impreviste direzioni.

• • •

Il formidabile utente di Internet

Di tanto in tanto, specie nelle giornate fredde, invernali, quando è più difficile passare molto tempo all’aperto, ci consoliamo ascoltando musica in Internet. Spesso tramite Spotify, talvolta tramite YouTube.
I video di YouTube sono un modo semplice per fruire musica. A dire il vero è necessario, nella versione “base” della APP, prendere dimestichezza con gli spot pubblicitari, di tanto in tanto presenti e facilmente “skippabili”. Ma fatto questo passo l’ascolto e la visione può essere estremamente piacevole.
Ci siamo imbattuti, proprio su YouTube, in un video dell’artista Stromae, ambientato nella metropolitana di Montreal:

• • •

Twitter .vs. Donald Trump? analizziamoli sociologicamente

Nella notte tra l’8 e il 9 gennaio 2021 la piattaforma social Twitter decide di escludere in via permanente Donald Trump, tale esclusione è motivata dal, citiamo testualmente, “rischio che inciti ulteriormente la violenza”.
Poche ore prima il presidente degli Stati Uniti d’America era stato sospeso in via temporanea anche dalle piattaforme Facebook e Instagram.

• • •

South Working, Suburban Working: nuovi modi di lavorare

Nel marzo 2020, improvvisamente e irreversibilmente, la nostra società è diventata digitale.
Secondo il Rapporto ISTAT “SITUAZIONE E PROSPETTIVE DELLE IMPRESE NELL’EMERGENZA SANITARIA COVID-19”:
Tra marzo ed aprile 2020 la quota dei lavoratori “a distanza” è stata del 8,8%.
L’incidenza del personale impiegato in modalità agile è arrivata al 21,6% delle imprese di medie dimensioni (rispetto al 2,2% di gennaio febbraio).
Anche dopo la fine del lockdown (maggio-giugno 2020), la quota di lavoratori impiegati a distanza pur in declino resta significativa (5,3%).

• • •

The Social Dilemma: il prodotto sei tu

In un blog completamente dedicato ad Internet alle conseguenze sociali determinate dalla rete non potevamo esimerci dal commentare il film-documentario del momento: “The Social Dilemma”.
Vi anticipiamo che il film ci è piaciuto moltissimo e non ci è piaciuto affatto.
Il film è una composizione di frammenti, interviste, commenti, riflessioni, in rapida sequenza.
Questo puzzle di contenuti e di percezioni contrastanti ci ha spinto a vedere il film più volte,  analizzare in dettaglio alcune interviste,  contenuti e mimica, prendere appunti, ricostruire la sequenza degli argomenti.

• • •

Pubblicita’ & Internet: matrimonio indissolubile

Quando abbiamo iniziato a raccontarvi l’evoluzione di Internet, nel “lontano” 2013, per meglio spiegare la diffusione dei social network utilizzavamo statistiche. Ora non abbiamo più bisogno di numeri per convincervi che Google è utilizzato da tutti, che tutti i giovanissimi sono su  Tik Tok, che tutti condividono le fotografie delle vacanze con Instagram o WhatsApp, che tutti replicano ossessivamente meme su Facebook.
Il termine “tutti” è oggi quasi un tutt’uno con la parola “Internet”.

• • •

App Immuni: Tutt’altro punto di vista

Non ci stanchiamo mai di vedere film come “I mostri” di Dino Risi interpretato dagli straordinari Gassman e Tognazzi. Questo film in modo semplice, sarcastico, racconta l’Italia e gli italiani degli anni ‘60. Molti episodi, tutti basati su storie e personaggi grotteschi, eccessi che permettono di evidenziare il pensiero, le abitudini ed anche le eccentricità degli italiani di quell’epoca.

• • •

Cosa succederà dopo il Covid?

Che società ci aspetta dopo il Covid? Tornerà tutto come prima? Quando?
E’ un momento drammatico, situazioni che nessuno di noi ha vissuto prima.
I dubbi sono molti.
Tutti ci stiamo ponendo molte domande.
Nessuno può prevedere oggi gli effetti sociali ed economici nel lungo periodo dovuti alla pandemia.

• • •

Liberta’ e Internet (ai tempi del Coronavirus)

La prima parte del XX secolo è stata caratterizzata da due guerre mondiali, guerre coloniali e conflitti locali, dittature, genocidi e deportazioni di massa, prigionie, carestie, … Questo periodo, tra i peggiori della nostra storia, aveva lasciato nei sopravvissuti una naturale esigenza di lib

• • •
1 2 3 13