L’equivoco sulla lettura digitale

In quest’articolo ci concentriamo, per l’ennesima volta, sul falso dualismo tra libro cartaceo ed eBook ovvero tra lettura cartacea & lettura digitale.
In passato abbiamo analizzato studi universitari che hanno accertato come la lettura sequenziale, su testo cartaceo, lascia maggiori tracce nella nostra memoria, abbiamo scoperto,  con sorpresa, che gli anziani beneficiano durante la lettura della retro illuminazione fornita dalle tablet, abbiamo cercato di spiegare il potenziale, notevole, insito nell’ipertesto, nei link che collegano un testo ad un altro.

• • •

Bebè digitali e nuovi giocattoli Smart

Ci stiamo trasformando in una “società digitale“, si tratta di un   processo, molto veloce,  che coinvolge un numero sempre maggiore di persone, le fa comunicare, le mette in relazione dal punto di vista emotivo e multimediale. Un processo che, nel giro di un decennio o poco più, interesserà tutta la popolazione mondiale. A rendere certo questo trend ci sono sia le crescenti statistiche di utilizzo di internet sia la  capacità digitale che i  giovanissimi, i “nativi digitali”, dimostrano in  rete.
Lo studio realizzato da ISTAT, denominato “Cittadini e nuove tecnologie”, evidenzia come la presenza di giovani in casa rende molto probabile, quasi certo, l’acquisto di un abbonamento ad internet:

• • •

Gli OVER 60 leggono meglio da tablet

Ci sono ricerche che evidenziano palesi ovvietà ed altre che, talvolta, raggiungono obiettivi inizialmente nemmeno ipotizzati, studi che cambiano  la nostra prospettiva, che affermano e superano alcuni nostri pregiudizi.

• • •

Over 60 & Social dating

All’inizio del nostro viaggio, nel nostro primissimo articolo, evidenziavamo in modo semplice e diretto come, con l’avvento della rete, il mondo si sta “sdoppiando”, tra reale e virtuale, e di come l’avvento di internet possa essere paragonato, per conseguenze,  alla scoperta del fuoco.

• • •

E-Commerce experience: l’esperienza d’acquisto on line.

Spesso in questo BLOG abbiamo enfatizzato il crescente, e veloce, processo di trasformazione delle nostre attività sociali in azioni virtuali. Non fa eccezione lo shopping, attività che da decenni ha superato il focus primario finalizzato alla sola utilità diventando diletto, passione, tendenza,  espressione del nostro status sociale, dei nostri interessi, della nostra persona.

• • •

Il Digital Divide Italiano, c’e’ chi dice no ad internet.

Il nostro paese, dal punto di vista dell’accesso ad internet, è sostanzialmente diviso in due fazioni, con una leggera predominanza dei “cyberutenti”. Le statistiche 2014, disponibili in rete, rilevate da varie fonti, convergono sostanzialmente tutte nell’indicare una percentuale tra il 58% e il 62% di italiani che usano internet. Anche il trend di crescita è positivo, in termini di accesso a dispositivi smart, telefoni e tablet, utilizzo dei social network e degli instant messenger, minuti in cui si è collegati, espansione delle trame relazionali, ecc.. .

• • •

Life online: la rete, un fenomeno in continua crescita

Qual’è l’effettivo utilizzo di internet? È vero che il nuovo web è utilizzato quotidianamente da molti di noi? Possiamo fare a meno di internet? Che effetto hanno gli smartphone sulla nostra vita e sulle nostre abitudini sociali?
Ritengo che il modo migliore per rispondere a queste domande sia quello di analizzare i dati relativi all’effettivo uso di internet, tramite alcune significative statistiche rintracciate proprio, udite udite, in  rete.

• • •

Ruzzle: un gioco “Social” di grande successo

Analizziamo in questo articolo un altro grande successo presente in rete. Si tratta del gioco “Ruzzle“. Iniziamo con il precisare che Ruzzle è un gioco, dal punto di vista dell’interazione (dell’uso), molto semplice, orientato verso tutti e non solo verso gli esperti-appassionati di video giochi.

• • •

Charles Percy Snow e le due culture

Mi piace passeggiare, in spiaggia oppure  al parco, incrociare gli sguardi di altre persone, ascoltare i rumori, osservare…. Quando il tempo non lo permette mi piace anche passeggiare in (oppure su?) internet, cercare appunti, racconti, notizie, novità, …. proprio in questo modo ho trovato in rete la versione originale di un testo di Charles Percy Snow da cui ho preso spunto per questo articolo.

• • •

Toglietemi tutto ma non la mia Chat!

Il cambiamento, avvenuto nell’ultimo lustro, nei meccanismi sociali che determinano trame relazionali, personali o di gruppo, va oltre ogni previsione, ogni oltre aspettativa. Ritengo che analisti, sociologi , esperti di marketing, non hanno ancora compreso appieno la portata di questo fenomeno.

• • •