Il passaparola in rete, the word of mouth

Share Button
Share Button

“Il posto è piccolo la gente mormora“, “in un piccolo paese come questo tutti sanno tutto“, “le notizie qui in provincia corrono veloci come il vento“,…
Le dinamiche relazionali nei piccoli centri  sono, da sempre, caratterizzate da una velocità, in termini di comunicazione e diffusione, sorprendente.

Share Button
• • •

Internet nel mondo: I numeri

Share Button
Share Button

Prendiamo spunto, come già fatto in passato, dal “Digital yearbook” realizzato da “We are social“, in particolare dalla sua “global overview” denominata “Digital in 2016” che tramite 537 slides fornisce interessanti indicazioni statistiche, globali, sull’utilizzo di internet nel 2015. Indicazioni quindi molto recenti.

Share Button
• • •

L’insegnante deve diventare Blogger (parte seconda)

Share Button
Share Button

Nel precedente, e recente, articolo, abbiamo descritto un nuovo quadro sociale che ci coinvolge tutti, bambini compresi. Questo vortice di cambiamenti, di cui la rete è la “cassa di risonanza”, porta con sé nuovi modi di comunicare, di esprimere emozioni, di condividere amicizie, amori, eventi.

Share Button
• • •

L’insegnante deve diventare Blogger (parte prima)

Share Button
Share Button

Per trattare al meglio un argomento così delicato e allo stesso complesso come l’insegnamento, in rapporto alla rete, abbiamo deciso di partire da una provocazione: L’insegnante deve diventare Blogger.

Share Button
• • •

Over 60 & Social dating

Share Button
Share Button

All’inizio del nostro viaggio, nel nostro primissimo articolo, evidenziavamo in modo semplice e diretto come, con l’avvento della rete, il mondo si sta “sdoppiando”, tra reale e virtuale, e di come l’avvento di internet possa essere paragonato, per conseguenze,  alla scoperta del fuoco.

Share Button
• • •

Facebook strumento social per i meno giovani?

Share Button
Share Button

Immaginiamo di chiedere, questionario alla mano, in una delle nostre città, il nome di un social network oppure qual’è il social network più utilizzato in rete, probabilmente otterremo un plebiscito per Facebook.

Share Button
• • •

Prima dei Social Network: SMS, email e flash mob

Share Button
Share Button

Esistono strumenti che hanno precorso i tempi, che hanno anticipato le dinamiche relazionali virtuali determinate dai social network.

Share Button
• • •

L’uomo nella “Bolla” in Rete

Share Button
Share Button

Ci piace osservare ciò che ci circonda, osservare i piccoli cambiamenti quotidiani, cercare di aggregarli in modo da intuire il movimento nella sua interezza e quindi la direzione del cambiamento , specie in ambito sociale.

Share Button
• • •

Cos’è un Selfie? e perche tutti noi facciamo Selfie?

Share Button
Share Button

Se il compito di questo blog è di analizzare nuove tendenze in rete ed i loro effetti sociali non possiamo esimerci dal parlare dei “Selfie“. Un “Selfie” è un autoritratto fotografico, realizzato in genere tramite un telefono cellulare o, in alternativa, con una tablet o una macchina fotografica.

Share Button
• • •

Quali sono le pagine di Facebook più popolari?

Share Button
Share Button

Abbiamo descritto, in un precedente articolo, il fenomeno Facebook, evidenziando in particolare la semplicità d’uso e la capacità di aggregare persone siano essi amici, parenti o perfetti sconosciuti.
Facebook si basa quindi, principalmente, sulla nostra trama amicale, ci permette di raggiungere facilmente la nostra “cerchia di conoscenze”, con testi e contenuti multimediali.

Share Button
• • •

Ruzzle: un gioco “Social” di grande successo

Share Button
Share Button

Analizziamo in questo articolo un altro grande successo presente in rete. Si tratta del gioco “Ruzzle“. Iniziamo con il precisare che Ruzzle è un gioco, dal punto di vista dell’interazione (dell’uso), molto semplice, orientato verso tutti e non solo verso gli esperti-appassionati di video giochi.

Share Button
• • •

Groundswell: la “grande onda” dei social network

Share Button
Share Button

Parlare oggi di social network senza ripetere qualcosa di già scritto o detto è estremamente difficile, eppure quello che oggi tutti enfatizzano come fenomeno di massa, vera e propria nuova dimensione sociale era considerato fino a pochi anni fa un basso, infimo, surrogato della cultura e della comunicazione umana.

Share Button
• • •