A cosa serve Twitter? Come si usa Twitter?

Share Button

uccello_twitterSono un utente Facebook da diversi anni ma non riesco a capire cosa posso fare con Twitter. A cosa serve Twitter?

Questa è probabilmente la domanda che più frequentemente ci viene posta dai nostri cyber-lettori.
I due social network, Twitter e Facebook, raggiungono la popolarità quasi contemporaneamente, ma a parte questo non hanno molto in comune, anche l’utente “tipo” che li utilizza ha diverse attitudini e comportamenti.
Facebook è uno strumento semplice, intuitivo che fornisce uno spazio dove riportare pensieri, immagini, riflessioni, di fatto senza limiti, una sorta di diario personale basato soprattutto sul legame tra le persone, sulla personale rete di amicizie e parentele.
L’utente di Facebook può organizzare quotidianamente il proprio spazio condividendo i propri “post-pensieri” spesso arricchiti con immagini, commentando i post dei suoi amici, giocando, costruendo album con le foto delle proprie vacanze e altro ancora…
Twitter è uno strumento social altrettanto semplice, caratterizzato da grandissime potenzialità,   ma i cui principi (regole) di utilizzo non sono immediatamente intuibili. Innanzitutto lo spazio per condividere i “tweet-pensieri” non è illimitato, per esprimere un concetto si hanno a disposizione 140 caratteri, un limite significativo, specie per l’utente “tipo” di Facebook abituato a pensare (e pubblicare) senza limiti.
Cosa proporre in 140 caratteri??? Brevi commenti, giudizi di merito, aforismi ma soprattutto suggerimenti e riferimenti ad altri contenuti presenti in rete.
Un esempio di tweet?
“Ho trovato questo fantastico BLOG che racconta le novità di internet #internet  #sociologia  www.mondoduepuntozero.it
questo tweet è di 113 caratteri (ne avanzano ben 27!!) e contiene un suggerimento, due hashtag ovvero parole che lo contrassegnano (taggano) e il link da selezionare per andare a leggere il blog segnalato.
Quindi tramite Twitter possiamo inserire “frasi semplici” dirette e immediate oppure “suggerimenti” da approfondire altrove, ma non possiamo raccontare nulla piuttosto evidenziamo, “lanciamo“, forniamo uno spunto di lettura, di riflessione, di dibattito.
Altre importanti regole valide su Twitter da tenere bene a mente:

  • Ogni tweet deve avere senso compiuto, non si può scrivere un testo di 1.400 caratteri in dieci tweet uno di seguito all’altro, non ha senso, nessuno leggerà in sequenza i vostri tweet.
  • Evitate i “botta e risposta”, se volete rispondere ad un tweet utilizzate la funzionalità “reply“.
  • Se nel tweet volete citare un utente potete scrivere il suo nome anticipato dal carattere ‘@‘, l’utente riceverà una notifica e forse parteciperà al dibattito. Citate il nostro @Mondo2puntozero anche solo per esercitarvi con la vostra utenza twitter.
  • Se avete appena letto un tweet che vi piace e volete condividerlo potete farlo tramite azione denominata “retweet“. Il retweet riporta la fonte originale senza modificarla in alcun modo.
  • Twitter è uno strumento tremendamente veloce, solo gli utenti più reattivi e trendy restano al passo.

Quali sono i punti  di forza di questo “sintetico” social network? Il primo è proprio l’hashtag, se si tagga (contrassegna) un tweet, tramite una o più parole precedute dal carattere “#“, il vostro messaggio verrà aggregato assieme a tutti gli altri tweet che hanno lo stesso tag e potrà essere letto da parte di tutti gli utenti che sono interessati a quel preciso argomento (indicato appunto dal tag) . Il nostro tweet  di esempio sarà proposto assieme a tutti i tweet che contengono il termine #sociologia ed anche assieme ai tweet che contengono il termine #internet, gli utenti che cercano spunti in ambito sociologico o tecnologico potranno rintracciarlo tramite una semplice ricerca.
La potenza aggregativa di un hashtag è molto forte, posso scrivere ad esempio un commento con il tag #xf8 ed essere assimilato con tutti i tweet dedicati al programma televisivo XFactor  ottava edizione. Alcune trasmissioni radio e tv, come ad esempio il Festival di Sanremo, hanno trovato in questo strumento un “ponte” verso internet, ogni utente può dire la sua e i migliori tweet sono proposti in diretta durante la trasmissione oppure, se si è fortunati, in alcune trasmissioni tv, appaiono nella parte inferiore dello schermo video.
Ovviamente rovesciando il principio posso cercare gli hashtag presenti in rete e leggere tutti i più recenti “tweet-pensieri” di altri utenti, posso sfogliare liste dinamiche, sempre aggiornate, di suggerimenti a tema, ad esempio relativi al gruppo musicale da voi preferito (ad esempio i  #queen) o alla vostra squadra di calcio o alla finale in corso (ad esempio #JuveLazio vedi successiva immagine), allo scandalo gossip del momento, alla riforma politica in  discussione in parlamento, ecc…
Twitter fornisce anche un simpatico servizio, una sorta di Hit dei tag più utilizzati dell’ultimo periodo, sempre aggiornata e disponibile anche per località vi permette di partecipare ai dibattiti più alla moda, popolari o “del momento”, il servizio è visibile nel vostro spazio twitter, nella box “tendenze”, ed anche  richiamabile in rete come TwitterTrends (qui anche in versione mobile).
twitter_trends

Twitter permette quindi di seguire le ultime tendenze, aggregate dinamicamente tramite gli hashtag. Ciascuno di noi può seguire, su twitter,  dibattiti su argomenti d’interesse o semplicemente dibattiti su termini alla moda.
A dire il vero anche Facebook fornisce la possibilità di inserire hashtag nel testo e di ricercarli, però l’utilizzo da parte degli utenti è ad oggi molto limitato, anche perché all’utente Facebook piace soprattutto raccontarsi ai propri amici, c’è spesso un legame tra i “post”, mentre l’aggregazione per tag è estremamente casuale ed estemporanea, spesso funzionale alla moda del momento.
E’ i nostri amici? La trama amicale con Twitter è molto meno determinante rispetto a Facebook, probabilmente proprio per le caratteristiche prima elencate ovvero la brevità dei messaggi scambiati e la possibilità che questi siano aggregati in numerose liste in base alla presenza dei tag.
Potete scegliere in rete gli utenti che scrivono i tweet migliori, affini ai vostri interessi, ovviamente anche vostri amici, e seguirli tramite  azione denominata “following“, in questo modo nella parte centrale del vostro spazio twitter, successivamente all’inserimento della password, potrete leggere i tweet relativi ad argomenti o persone che intendete seguire.  La lista dei tweet inviati da coloro che vi interessano è sempre aggiornata.
lista_FOLLOWING

Viceversa coloro che ritengono i vostri Twitter interessanti potranno seguirvi e diventare vostri follower.
L’assenza di legami, la mancata popolarità, al contrario di Facebook non è un grosso limite, posso non avere amici (follower) e non seguire nessuno (following)  ma citare in rete altri utenti oppure tramite la ‘@dibattere con loro, oppure fare reply o retweet o commentare argomenti “trendy”.
Non avete bisogno di amici virtuali per usare Twitter!! L’importante è esserci, sfogliare con attenzione i twitter altrui e, ovviamente, seguire @Mondo2puntozero.
In sintesi l’elemento che distingue i grandi utilizzatori di Twitter è l’agilità, la capacità di leggere e di muoversi tra un argomento all’altro.
La popolarità oggi passa per un tweet:  politici, uomini e donne dello spettacolo, giornalisti, sportivi, illustri scienziati, … tutti  rincorrono il  “giusto” hashtag al fine di  aumentare la loro popolarità.
Allora cosa aspettate? create il vostro utente Twitter, inserite il vostro primo tweet indicando un sito che vi piace, provate a seguire le tendenze del momento  e, soprattutto, seguite il nostro  @Mondo2puntozero.

Mondoduepuntozero

Articoli “Mondo 2.0” correlati:

Share Button